fbpx

Blog

Il blog di performa.me
15 Mag 2020

Cos’è il Business Coaching???

Oggi parliamo dell’area professionale che è la nostra punta di Diamante: il Business Coaching.

Cercando in giro per il Web troviamo diverse definizioni. Tutte concordano nel dire che il Business Coaching è una metodologia o strategia di formazione dedicata ad imprenditori, manager e team aziendali che ha l’obiettivo di migliorare ed incrementare le performance, partendo dalle esigenze del cliente stesso, tramite azioni di crescita, sviluppo e cambiamento.

Il coach fornisce uno specifico supporto verso l’acquisizione di un più alto grado di consapevolezza, responsabilità, scelta, fiducia e autonomia. Nel nostro caso lo fa all’interno del contesto aziendale.

La domanda che sorge spontanea è:

Perché un’azienda o un professionista dovrebbe avere bisogno di questa figura?

Ci sono due situazioni in cui un’azienda può chiedere l’intervento di un Business Coach.

Quando le cose vanno bene per migliorare i processi comunicativi e le strategie aziendali. Per incrementare le prestazioni di un Team di lavoro, per progettare un aumento di produttività o un nuovo assetto aziendale.

Oppure per affrontare situazioni stressanti, di crisi e/o team che non funzionano oppure si trovano in una delicata ristrutturazione aziendale.

Il business coach interviene per aiutare a ridefinire scopi, missioni, obiettivi.
Qualunque sia la situazione tra gli obiettivi di un intervento aziendale di coaching ci sono

  • Miglioramento delle abilità di comunicazione interpersonali
  • Sviluppo delle risorse e del team attraverso il superamento di ostacoli e conflitti
  • Miglioramento della gestione del tempo attraverso la capacità di delegare
  • Capacità di individuare nuovi mercati e aumento della produttività
  • Conseguimento di obiettivi di maggior valore
  • Sviluppo dei processi interni organizzativi

Cosa succede quando un’azienda ci contatta per un percorso di coaching?

In quali campi applichiamo questa metodologia?

Partiamo dalla richiesta di un’azienda.

La prima cosa che facciamo è quella di confrontarci con chi ha fatto la richiesta per valutare l’opportunità dell’intervento e le modalità. Capiamo chi sono le figure aziendali a cui si rivolge e quanto tempo occuperà il nostro intervento sia in termini di contesto aziendale sia di durata.

Per noi è fondamentale che entro un massimo di 3/5 anni il cliente possa essere autonomo nell’area in cui ci ha chiesto l’intervento. Così possiamo concentrarci sullo sviluppo di altri progetti o di altre aree.

Quando un’azienda ci contatta per affrontare le problematiche aziendali o professionali, oppure vuole raggiungere determinati obiettivi il nostro compito è:

  • Affiancare e sostenere la crescita e/o il miglioramento dei processi interni
  • costruire percorsi che portino le persone ad un miglioramento delle competenze e delle skill, migliorando di conseguenza le prestazioni del team
  • i nostri percorsi hanno sempre obiettivi concreti e misurabili; vogliamo che una volta raggiunto l’obiettivo l’azienda possa procedere senza il nostro sostegno, così da poter lavorare sulle altre aree di miglioramento
  • promuovere la crescita e il miglioramento delle risorse interne all’azienda perché possano portare reale e concreto benessere nel presente e nel futuro

Negli ultimi 3 anni abbiamo applicato questa strategia anche in area di Marketing e Comunicazione.

Affianchiamo la direzione nella scelta di un Team che verrà formato e affiancato da noi per progettare o ripensare l’area interessata. Nel corso del tempo le persone scelte per far parte del nuovo gruppo acquisiscono sempre maggiori competenze fino a diventare indipendenti.

Il nostro ruolo nel tempo si trasforma da coach a formatore a consulente.

Per noi il passaggio da coach a consulenti è fondamentale. È segno che l’azienda può poi continuare a camminare con le sue gambe, sfruttando competenze e modelli appresi nel corso del tempo, recuperando così gli investimenti formativi fatti.

Lascia un commento