fbpx

Blog

Il blog di performa.me
19 Mar 2020

Formazione e motivazione

La formazione aziendale prevede una serie di attività che hanno lo scopo di aumentare le competenze degli individui per migliorare e favorire la crescita personale oltre a quella professionale al fine raggiungere gli obiettivi di business.

Il primo errore, il più grave, è pensare che la performance sia strettamente legata alla motivazione. Nasce così il primo equivoco, quante volte ci siamo detti o ci siamo sentiti dire:

Se sei motivato ce la farai!

Se non ce la farai è perché non sei stato motivato!

Più lo vuoi, e più riesci!

Se non riesci è perché non lo hai voluto abbastanza!

Se vuoi puoi!

Se non puoi allora non vuoi abbastanza!

I filosofi della Grecia Antica, studiando i paradossi, avevano capito che non esiste una formula matematica e misurabile del successo: la tartaruga può essere super motivata, può partire con largo anticipo di tempo, e può essere aiutata anche dalle logiche della geometria delle rette, ma nella realtà Achille la supererà sempre e comunque.

In un mercato del lavoro sempre più globalizzato e in continua evoluzione, le aziende competitive sono quelle che riescono creare delle attività di vera formazione aziendale: fare formazione in azienda significa investire sulle persone per aumentare le competenze sia del singolo che del team. Il risultato non sarà esclusivamente l’evoluzione professionale delle persone, ma anche il miglioramento di tutti i processi aziendali.

Le aziende che puntano sulla formazione forniscono ai dipendenti gli strumenti necessari per colmare le lacune, affrontare i cambiamenti figli dall’innovazione tecnologica e migliorare le skills, oltre che a prendere in continuazione nuovi spunti che possono fare la differenza e influenzare positivamente la qualità del lavoro.

Un giusto percorso di formazione porta le persone ad essere prima di tutto soddisfatte e quindi pronte ad affrontare le giornate, gli impegni e gli obiettivi lavorativi con la giusta serenità e la mente lucida, a differenza delle persone ipermotivate che provano a correre velocemente e senza la giusta organizzazione verso l’obiettivo. Quindi sarebbe utile cercare di sostituire la parola motivazione con la parola soddisfazione.

L’invito, quindi, è quello di prestare attenzione prima alle esigenze di crescita del personale aziendale, analizzare le lacune organizzative, il mercato e le innovazioni che posso giovare al nostro business, e poi scegliere il percorso formativo che permetterà il raggiungimento dei risultati pianificati. Il risultato sarà quello di avere personale soddisfatto e preparato, un ambiente di lavoro più sereno e organizzato.

Lascia un commento